S I S T E M I   I N T E G R A T I   P E R   L A   S I C U R E Z Z A
Agevolazioni fiscali

AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI)  

L’articolo 1 (commi dal 228 al 237) della legge finanziaria 2008 n. 2444 del 24 dicembre 2007, ha introdotto misure a favore delle PMI atte a favorire gli investimenti nella sicurezza al fine di prevenire i rischi connessi al compimento di atti illeciti da parte di terzi. La norma prevede il riconoscimento di un contributo – concesso nella forma di credito d’imposta – pari all’80 per cento di talune spese sostenute per installare impianti ed attrezzature di sicurezza nel luogo di esercizio dell’attività, al fine di prevenire, furti, rapine ed altri atti illeciti.
 
SPESE AMMISSIBILI ALL’AGEVOLAZIONE
 
Tra gli impianti e attrezzature di sicurezza agevolabili rientrano gli acquisti di apparecchi di videosorveglianza e di sistemi di allarm e, effettivamente installati nel luogo di esercizio dell’attività. Il credito d’imposta, come detto, è riconosciuto nella misura dell’80% delle spese sostenute ed ammissibili dall’agevolazione (spese che sono da intendersi al netto dell’IVA amessa in detrazione) e per un importo “ non superiore complessivamente nel triennio 2008-2010 a 3.000 euro per ciascun beneficiario”.
 
BENEFICIARI
 
I soggetti beneficiari sono le piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso, quelle di somministrazione di alimenti e bevande nonché le farmacie ed i distributori di carburante. I caratteri di dette imprese sotto il profilo dimensionale, sono da ricercarsi nella categoria delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese, individuali o collettive – costituite da imprese che abbiano cumulativamente meno di 250 occupati ed un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro ( oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro).
 
ISTANZA E GESTIONE DEL CREDITO D’IMPOSTA
 
I soggetti interessati all’agevolazione sono tenuti a presentare un’apposita istanza all’Agenzia delle Entrate utilizzando il modello di attribuzione del credito di imposta per le misure di sicurezza (modello IMS). L’istanza può essere presentata per l’anno 2010, solo a partire dal 2 febbraio 2010 (per l’ anno 2009 doveva essere presentata a partire dal 2 febbraio 2009). L’agenzia delle Entrate comunica ai richiedenti, in via telematica ed entro trenta giorni dalla data di presentazione dell’istanza, l’accoglimento o il diniego del credito d’ imposta in relazione alle risorse finanziarie disponibili.I crediti d’imposta possono essere utilizzati solo in compensazione di altre imposte o contributi sociali a decorrere dalla data i n cui l’Agenzia delle Entrate ne da comunicazione telematica.
 
Leggi e scarica la guida fiscale dell' Agenzia dell'Entrate aggiornata a Gennaio 2015.