S I S T E M I   I N T E G R A T I   P E R   L A   S I C U R E Z Z A
Antifurto

L’impianto antintrusione è un dispositivo che ha il compito di rilevare ogni tipo d'intrusione all'interno o all’esterno di un ambiente da individui non autorizzati a farlo, e una volta rilevato ciò sia in grado di avvertire chi di dovere e nel modo più adeguato.

E’ quindi di fondamentale importanza avere dei buoni sistemi di segnalazione allarme che possano indurre il malintenzionato alla fuga o che, in caso contrario, possano far giungere nel minor tempo possibile qualcuno in grado di farlo. I sistemi di allarme più diffusi sono due: il perimetrale e il volumetrico. Il primo protegge l'abitazione dall'esterno, il secondo dall'interno. Gli impianti antintrusione sono generalmente di due tipi: L'impianto d'allarme con fili, alimentato a bassa tensione, dove tutti i componenti del sistema vengano collegati da una rete di cavi elettrici da incassare nel muro e l'impianto via radio il quale  non necessita alcun cablaggio e comunica tra le varie componenti via etere, sfruttando le onde elettromagnetiche.  Un impianto antintrusione è sempre composto da tre parti: 


concorde plus

 Un impianto antintrusione è sempre composto da tre parti: 

·     la centrale di allarme, cuore della struttura  che consente all'impianto di funzionare anche in mancanza di energia elettrica;
·     i rivelatori, diversificati a seconda delle caratteristiche richieste, atti a rilevare eventuali presenze all’interno o all’esterno di un abitacolo provvedendo all’invio dell’impulso di allarme alla centrale;
·     i dispositivi di allarme locali e/o remoti (sirene, combinatori telefonici).